Programmi gratis per fotoritocco

Nel variegato mondo del Photo Editing non c’è solo Photoshop: sebbene esso sia di gran lunga il programma più utilizzato in ambito professionale, esistono una quantità di suite Open Source o freeware dedicate all’elaborazione digitale, alla postproduzione e al miglioramento delle immagini fotografiche. Spesso questi programmi si rivelano assai più adatti ad un’utente medio rispetto a software professionali, potenti ma anche piuttosto complicati, con cui alla fine si rischia di non riuscire a ottenere ciò che si vuole. Inoltre, va detto che Photoshop, Paint Shop Pro, ecc. sono tutti programmi a pagamento, e costano anche piuttosto cari, mentre è possibile trovare soluzioni altrettanto utili a costo 0.
Proponiamo qui 10 soluzioni gratuite per coloro che intendono utilizzare applicativi di fotoritocco di alto livello senza spendere un euro:

  • Gimp – Lo stato dell’arte dei programmi Open Source per il photo editing. E’ in grado di gestire operazioni complesse con i livelli, è dotato di una numerosa serie di filtri e consente l’installazione di una notevole quantità di plugins per ottenere funzionalità specifiche. I plugins sono scritti in linguaggio script-fu e sono disponibili nel repository ufficiale http://registry.gimp.org/ Gimp ha potenzialità simili a quelle dei programmi a pagamento di alto livello, e, pur avendo un formato standard per i propri file, supporta pienamente anche il formato .PSD di Photoshop. E’ completamente gratuito e disponibile per tutti i maggiori sistemi operativi, anche in lingua italiana.
  • Picasa3 – Programma gratuito ottimo ed esteticamente ben curato prodotto dal colosso Google, che, oltre alla capacità di catalogare in modo trasparente le fotografie e i filmati presenti sul PC, permette anche delle semplici ma utili manipolazioni grafiche ed effetti speciali. Ha dalla sua il fatto di essere semplicissimo da usare e utile per tutti coloro che non pretendono effetti favolosi, ma che si accontentano di poter agire intuitivamente su luminosità, contrasto, saturazione ed applicare senza troppe personalizzazioni i filtri grafici preimpostati.
  • Irfanview – Nato come visualizzatore universale di file multimediali, è in grado di visualizzare innumerevoli formati di file grafici e video. Nel corso del tempo si sono aggiunti diversi filtri grafici che lo hanno trasformato anche in un piccolo editor d’immagini fotografiche. E’ in grado di utilizzare i filtri .8BF di Adobe e di combinarli per ottenere effetti personalizzati. Interessante per le sue dimensioni molto contenute, per la sua velocità, per la quantità di formati gestiti e per la possibilità di elaborare immagini in batch in modo semplicissimo.
  • UFRaw – Elabora nativamente fotografie in formato RAW, anche in batch. Dispone di utilissime funzioni per la regolazione dell’immagine ed ha una grafica accattivante. Supporta numerosi formati RAW di tutte le marche più famose.
  • Hugin – Compone una fotografia panoramica unendo più fotografie. L’effetto ottenuto è quello di una foto grandangolare o Fish Eye. Ancora in uno stadio di sviluppo, questo programma Open Source consente già di ottenere risultati sorprendenti e ha un aspetto e delle funzionalità davvero professionali. Lascia all’utente la possibilità di decidere il modo in cui unire le fotografie, i punti critici da fare combaciare e una serie di altri parametri. Disponibile per i maggiori sistemi operativi.
  • ImageMagick – suite Open Source per la visualizzazione, l’organizzazione e l’editing di immagini raster. Il programma è in grado di lavorare con moltissimi tipi di immagine, di convertire i formati e possiede una vasta gamma di filtri avanzati, tra i quali merita un cenno particolare il “liquid rescaling”, che consente un ridimensionamento intelligente delle immagini senza impattare sulle proporzioni delle figure che contengono. La strana particolarità del programma è che, pur essendo dotato di funzioni grafiche assolutamente degne di nota, non dispone di un’interfaccia grafica ma va utilizzato da linea di comando. Quantomeno strambo per un editor digitale dell’era post-Unix.
  • Photofiltre – Software completo per l’editing di immagini raster. Il programma, freeware e gratuito per l’uso personale, è piuttosto ricco di funzionalità grafiche all’altezza di pacchetti commerciali costosi. Dotato delle tipiche funzionalità di editing (strumenti di selezione, pennelli, taglierini, ecc.) e di una vasta gamma di filtri, è un programma semplice ma discretamente potente, con perdipiù un’interfaccia grafica accattivante.
  • Artweaver – Questo applicativo freeware lega il photo editing con l’elaborazione artistica delle immagini consentendo la creazione di disegni creativi. Particolarmente adatto alla creazione di loghi o riproduzioni artistiche.
  • Active Pixels – Clone di Photoshop, ne eredita l’aspetto grafico entusiasmante e promette, nelle future release, di diventare uno dei punti di riferimento del photo editing gratuito. E’ un programma senza dubbio da provare, semplice da utilizzare, potente quanto basta e dotato di alcune funzionalità che faranno contenti gli smanettoni. Degno di nota, per esempio, il ridimensionamento delle immagini che si può appoggiare su ben 10 algoritmi differenti a scelta dell’utente. Numerosi filtri e funzionalità grafiche di rilievo, come la possibilità di editing di testo, rendono Active Pixels un programma da tenere sottocchio. Peccato che non sia Open Source ma solamente freeware…
  • Paint.NET -Editor di immagini fotografiche OpenSource rilasciato con licenza MIT e sviluppato sulle librerie .NET Framework, offre una serie di strumenti per il fotoritocco e per l’editing di immagini bitmap di qualsiasi genere. Come i programmi più avanzati fa uso dei livelli ed è dotato di una gestione intelligente degli Undo. L’utilizzo delle librerie .NET Framework purtroppo lo rende strettamente dipendente dai sistemi operativi di casa Microsoft. Non esisitono infatti versioni per Linux o Mac.